Come smettere di procrastinare

Rimandi spesso i tuoi impegni? Hai l’agenda piena di scadenze che non riesci a rispettare? Semplicemente, stai procrastinando, ossia stai rimandando le cose da fare, continuando a sprecare le tue giornate senza concludere nulla.

Ma cosa possiamo fare per smettere di procrastinare?
Per prima cosa, dobbiamo stabilire la priorità delle cose da fare. Possiamo dividere i nostri compiti in tre categorie, creando una sorta di calendario:
• Cosa devo assolutamente realizzare oggi
• Cosa devo realizzare il prima possibile, stabilendo una scadenza (entro quando?)
• Cosa non è urgente e quindi può essere svolto in un momento successivo.

Stabilite le priorità, inizia a svolgere i compiti stabiliti. È molto importante iniziare, anche se dopo un po’ puoi sentirti stanco o annoiato. Non importa, tu vai avanti.
Una tecnica molto utile per smettere di procrastinare è sicuramente quella suddividere i grandi compiti in più piccoli, così da renderli meno pesanti e più gestibili. Ogni piccolo compito rappresenta una tassello del compito più grande, che viene risolto step by step.

Un’altra cosa molto importante è quella di stabilire le scadenze di questi compiti più piccoli, così da riuscire a svolgere e gestire le attività senza fretta e ansia. Infatti, stabilendo le tempistiche delle attività da svolgere, ci permette di portare a termine il lavoro non finito.
Un principio sempre valido è quello di svolgere prima i compiti più difficili, infatti ad inizio giornata sei pieno di energie e quindi ti sarà più facile riuscire ad affrontare le attività più complesse.
È importante svolgere le attività nel modo migliore possibile ma è altrettanto fondamentale non essere perfezionisti. Il perfezionismo, infatti, non è altro che fonte di frustrazione e stress. L’essere umano è un soggetto imperfetto e, nel momento in cui tende alla perfezione, viene attanagliato dal senso di colpa, dal pessimismo e dall’ossessione. Quindi, fare bene le cose ma senza esagerare.

Crea un ambiente salutare, privo di distrazioni. Ricorda, inoltre, che la nostra mente riesce a rimanere con centrata per un massimo di 45 minuti. Fai sempre una pausa di un quarto d’ora, così da rigenerarti.

Una volta terminato il compito, celebrati. Festeggia ogni traguardo, sia esso piccolo o grande. Prenditi il tuo tempo, non sorvolare su quanto hai raggiuto. Fallo da solo o in compagnia, questo dipende da te.

E tu cosa ne pensi? Ti va di raccontarmi come hai smesso di procrastinare?