Tag Archives: neuroscienze

  • 0

Lo strano caso di Phineas Gage

Tags : 

Uno dei cas più celebri nella storia della neurologia è sicuramente quello di Phineas Gage.

È il 13 settembre del 1848, siamo nel Vermont e precisamente vicino la città di Cavendish, nella contea di Windsor. Alcuni operai sono al lavoro per la costruzione della nuova linea ferroviaria Rutland-Burlington Railroad. Un grosso masso ostacola i lavori. Gage pensa di farlo esplodere collocando una carica di polvere da sparo all’interno della roccia, dopo aver praticato un foro. Versata la polvere, Phineas inizia a pressarla utilizzando una lunga barra di ferro ed un martello. Dopo poco la disgrazia: una scintilla, generata dalla percussione, accende la polvere e, di conseguenza, l’asta di metallo, lunga circa un metro e larga 3 cm, entra nello zigomo sinistro dell’uomo per poi fuoriuscire dalla sommità destra del cranio. Nonostante la gravità dell’incidente, l’uomo riprende conoscenza dopo pochi minuti.

 

 

 

 

 

 

Phineas sopravvisse all’accaduto ma tutti notarono un lui un grosso cambiamento nella personalità: l’uomo era diventato, improvvisamente, scurrile, inquieto, blasfemo, intrattabile, violento.

Cosa era accaduto? L’asta aveva provocato un grave trauma cranico che interessò i lobi frontali del cervello. Questo caso clinico illustra il ruolo critico svolto dalla corteccia orbitofrontale e da quella prefrontale, le quali esercitano un’influenza inibitoria sull’emergere dei comportamenti aggressivi impulsivi. In particolare, lesioni della corteccia prefrontale all’inizio dell’infanzia possono determinare un comportamento disinibito e aggressivo durante l’età adulta1, mentre la riduzione della materia grigia nell’area prefrontale è stata associata al disturbo di personalità antisociale, caratterizzato da comportamenti aggressivi e impulsivi2.

Un altro caso clinico molto affascinante è quello di Tommy McHugh, un operaio inglese che all’età di 51 anni ha avuto un ictus cerebrale che ha compromesso entrambi i lobi frontali. Dopo la dimissione dall’ospedale, Tommy ha sviluppato straordinarie doti artistiche, mai avute in precedenza, tra cui la poesia e la pittura.